Appoggio plantare: come correggere il passo e migliorare la postura

Published on 13/12/2017

Il piede è la parte anatomica situata all'estremità distale della gamba su cui poggia il corpo. Ha molte funzioni, tra cui quella di mantenere la postura corretta, l’equilibrio e la coordinazione di tutto il corpo.
Dal punto di vista funzionale, quindi, assume un’importante funzione motoria di controllo antigravitario e una funzione sensoriale di informazione ai centri spinali ed encefalici. Dal punto di vista biomeccanico, invece, il piede viene suddiviso in senso longitudinale come piede dinamico o astragalico assolvendo la funzione in appoggio, e in piede statico o calcaneare con la funzione di carico.

Il piede è una struttura tridimensionale, organo sensoriale-sensoriale-motorio-ammortizzante e reflessogeno che presuppone una linea mediana curvilinea a concavità mediale, in grado di consentire che l’applicazione della forza-peso, su esso agente, cada dentro al triangolo di carico.
L’asse longitudinale del piede fisiologico, pertanto, non corrisponde ad un asse rettilineo ma ad un arco a concavità mediale; può essere, per cui, considerato fisiologico un piede con un asse longitudinale curvilinio a concavità interna e col carico centrato sul triangolo di carico.

Quali sono i principali movimenti del piede?

I movimenti che il piede può effettuare sono:

  • flessione plantare;

  • flessione dorsale;

  • abduzione;

  • adduzione;

  • pronazione;

  • supinazione;

  • eversione;

  • inversione.

Movimenti del piede


Osservando i nostri piedi nella posizione eretta dinamica, tutto il peso del corpo ricevuto dall’astragalo, viene trasmesso:

  • anteriormente, sui metatarsi se l’appoggio plantare nel terreno è sull’avampiede;

  • posteriormente, sul calcagno se l’appoggio nel terreno avviene sul tallone;

  • il 57% sul calcagno e il 43% sull'avampiede se l’appoggio è su tutta la pianta del piede.

Le funzioni della volta plantare

La volta plantare, simile ad un’elica, svolge una funzione ammortizzatrice nella ortostasi e nella deambulazione. Si divide in due parti:

  • La parte scheletrica, rappresentata dai pilastri e dagli archi, è deputata a sostenere le forze in compressione;
  • L’apparato capsulo-legamentoso deve sostenere invece, in condizioni normali, le forze in distensione; quando tali forze superano il limite massimo di resistenza, proprio di questo apparato, intervengono i gruppi muscolari, che concorrono a mantenere il normale assetto della volta plantare nei diversi momenti della marcia.

Anatomicamente distinguiamo i muscoli intrinseci, quelli che hanno origine ed inserzione sul piede stesso, e i muscoli estrinseci, quelli che hanno origine sulla gamba ed inserzione sul piede. L’azione dinamica di alcuni gruppi muscolari concorre alla conservazione della volta plantare.
Tra i muscoli intrinseci del piede troviamo:

  • Muscoli plantari brevi, che tendono a mantenere o diminuire il raggio di curvatura delle arcate plantari con azione cavizzante;
  • Muscoli estrinseci, che agiscono sulla volta plantare: il muscolo tibiale anteriore, la sua funzione principale è quella di flessore dorsale del piede;
  • Muscolo tibiale posteriore, indiscutibilmente ritenuto un muscolo protettore della volta plantare, sviluppa l’azione principale di adduzione e supinazione;
  • Muscolo peroneo lungo, considerato il muscolo più importante della volta plantare perché esplica un’ azione combinata di avvicinamento del tarso anteriore al tarso medio(azione cavizzante) e di avvicinamento della volta mediale a quella laterale. Ha anche un’azione pronatoria, però generalmente neutralizzata dall'efficienza dei muscoli supinatori.

Deformità del piede ed esami posturali

Le deformità del piede più frequenti, di interesse chinesiologico, sono:

  • piede piatto: del bambino, dell’adolescente e dell’adulto;
  • piede cavo;
  • piede torto: varo equino, valgo convesso e talo.

Deformità del piede

Per valutare tutto questo oggi, troviamo diversi metodi di valutazione, che nel complesso possiamo racchiuderli nel concetto ampio di esame posturale, cosi composto:

  • Esame baropodometrico statico e dinamico (esame posturale);
  • Podoscanner;
  • Videografia.  

Ora, volendo analizzare il tema dell'esame posturale, questo ci permetterà di vedere le varie disfunzioni in corso o la determinazione di opportuni indicatori antropometrici e comportamentali, facilitando la definizione della diagnosi e del progetto di rieducazione posturale.

La tecnologia oggi ci consente di eseguire precisi esami posturali strumentali in grado di effettuare rilevazioni precise, instantanee, ripetibili e non invasive.

Queste rilevazioni si effettuano attraverso le seguenti indagini:

  • Indagine morfologica, per mezzo di rilevazione, con telecamera di punti anatomici marcati con marker adesivi, per eseguire misure e calcoli antropometrici sui vari piani anatomici;
  • Indagine baropodometrica, eseguita su piattaforma baropodometrica ad alta sensibilità, per la rilevazione delle reazioni a terra in ortostasi (esame statico) e in deambulazione (esame dinamico);
  • Indagine stabilometrica, effettuata su piattaforma baropodometrica in funzionalità di stabilometro, per la rilevazione delle oscillazioni posturali in posizione statica (occhi aperti, chiusi, a capo retroflesso, con occhiali, in appoggio monopodalico ecc.);
  • Indagine podoscopia computerizzata, con podoscanner per la rilevazione della morfologia podalica (immagine e misurazioni);
  • Indagine cinematica del movimento, contemporanea alle indagini baropodometriche, per rilevare variazioni angolari e basculle durante le varie fasi del passo.

Tutto ciò consente un'accurata analisi iniziale della postura in statica e dinamica, quindi la stesura di un preciso programma di rieducazione posturale, il cui andamento verrà verificato tramite i controlli periodici.

Dove svolgere l'esame posturale 

Specializzati in plantari ortopedici su misura da oltre 15 anni, effettuiamo l'esame posturale presso il nostro laboratorio ortopedico sito a Via Antonio Serra 53 Roma. Il locale, da poco ristrutturato, rappresenta il punto di riferimento da tanti anni di tutta Roma Nord. L'esame verrà svolto da personale altamente qualificato che sarà in grado di rispondere ad ogni vostra richiesta e/o informazione.  

Esame posturale

L'esame posturale online è anche acquistabile direttamente dal nostro sito in offerta a soli € 19. 

Nel caso aveste bisogno di maggiori chiarimenti, questi sono i nostri recapiti:

Telefono: 06-36303322 

Cellulare: 3356798303 

E-mail: crom@crom-ortopedia.it 

Crom Ortopedia